Il Palio degli Sbandieratori

Il “Palio degli Sbandieratori” è la competizione più sentita dai numerosi gruppi di sbandieratori e musici che fanno parte dei singoli Comitati Palio. È anche il momento più importante, dopo un anno di intensi allenamenti, per verificare la reale perizia dei gruppi rionali.
Il “Palio degli Sbandieratori” si svolge il giovedì antecedente il Palio e funge da vetrina per le promesse astigiane. Sotto il vigile e severo occhio di esperti nell’arte della bandiera e alla presenza del Capitano del Palio, i giovani atleti si cimentano in esercizi e figure particolarmente spettacolari per aggiudicarsi il “Paliotto”, ambito drappo riproducente le insegne della città, di dimensioni ridotte rispetto a quello per la corsa ma confezionato con lo stesso velluto cremisi. Nel tempo la realizzazione del Paliotto è stata affidata ad affermati artisti locali o agli studenti del Liceo Artistico cittadino, mentre un premio speciale viene riservato ai vincitori della categoria Musici ed altri riconoscimenti vengono attribuiti per la migliore esibizione valutata non dal punto di vista tecnico, ma con particolare riguardo all’aspetto coreografico, alle figurazioni, alla spettacolarità dell’esercizio ed alle emozioni trasmesse.
Il Palio degli Sbandieratori è una competizione molto sentita, ideale antipasto per le sfide e le rivalità sempre accese che si rinnovano nei giorni del Palio raggiungendo il culmine nella corsa della domenica. La manifestazione, che ha luogo in notturna nella centralissima Piazza San Secondo, è seguita da numerosi giovani borghigiani che con striscioni, tamburi e bandiere incitano il proprio gruppo. Intorno alla mezzanotte il verdetto: per un anno intero il Rione vincitore avrà gli onori della cronaca e si aggiudicherà, a buon diritto, la partecipazione alle manifestazioni italiane di maggior prestigio.

Dalla sua istituzione nel 1977 questo è l’albo d’oro del Palio degli Sbandieratori:
1977 – Santa Maria Nuova
1978 – Santa Caterina
1979 – Torretta
1980 – San Pietro
1981 – Santa Caterina
1982 – Viatosto
1983 – Torretta
1984 – Viatosto
1985 – Cattedrale
1986 – Santa Caterina
1987 – Torretta
1988 – San Lazzaro
1989 – Santa Caterina
1990 – Torretta
1991 – Torretta
1992 – San Martino San Rocco
1993 – Torretta
1994 – Torretta
1995 – Torretta
1996 – San Secondo (premio musici: San Silvestro)
1997 – Castell’Alfero
1998 – Torretta (premio musici: San Lazzaro)
1999 – Torretta (premio musici: San Lazzaro)
2000 – Santa Caterina (premio musici: Santa Caterina)
2001 – Santa Caterina (premio musici: Santa Caterina)
2002 – Santa Caterina (premio musici: Santa Caterina)
2003 – San Lazzaro (premio musici: Santa Caterina)
2004 – Santa Caterina (premio musici: San Lazzaro)
2005 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2006 – Santa Caterina (premio musici: Santa Caterina)
2007 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2008 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2009 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2010 – Santa Caterina (premio musici: San Lazzaro)
2011 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2012 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2013 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2014 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2015 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)
2016 – San Lazzaro (premio musici: San Lazzaro)