La bendedizione del cavallo

Al termine della Santa Messa che si celebra la domenica mattina in ogni parrocchia della Città e dei comuni partecipanti, la benedizione del cavallo e del fantino è il momento in cui sacro e profano si incontrano e i popoli borghigiani, ognuno nella propria parrocchia, si uniscono coralmente nell’invocazione a Dio e al Santo titolare per la vittoria del Palio. E’ questo uno dei momenti più intimi e sentiti prima della corsa, proprio per la fede che i borghigiani hanno verso i propri colori e verso il Santo protettore, spesso titolare anche della chiesa parrocchiale di riferimento.
Dopo che il sacerdote ha chiuso la benedizione con le tradizionali parole “Andate e tornate vincitori!” i riti della Festa sono quasi completi e non resta che trasferirsi nelle vie del centro per assistere al maestoso corteo storico e poi in Piazza Alfieri per scoprire chi ne uscirà in trionfo al calar del sole, per ritornare verso la propria chiesa ad intonare il Te Deum di ringraziamento.